martedì 21 marzo 2017

23, di Miguel Hernández

23

Se noi vivessimo
quanto la rosa, con la sua intensità,
il profondo profumo dei corpi
sarebbe maggiore.


Ah, breve, intensa vita
di un giorno eterno di rose,
sei passato per la casa
uguale, uguale, uguale
a una meteora ferita, fragrante
di bellezza e verità.


L'orma che hai lasciato è un abisso
di rose disfatte
ove un profumo persistente spinge
i nostri corpi ad andare lontano
.

Miguel Hernández
Quaderno di assenze
Traduzione di Gabriele Morelli 
 
 
i fiori ora arrivano, è Primavera,
tra un po' le rose, così amate,
così curate da loro, ovunque,
rosa, rosae, rosae...

Nessun commento:

Posta un commento