venerdì 17 marzo 2017

Sogni, di Anonimo

Sogni
 
Dai sogni al presente
si sveglia la mente
dopo, passata la notte
e accorrono a frotte
cose nascoste, sopite.
Come un giro di vite
la testa riprende percorsi
come fossero piccoli sorsi
di acqua, quando assetati
gli uomini pregano grati
per quello che hanno
per ciò che non sanno.
 
Anonimo
del XXI° Secolo
poesie ritrovate
 
 

Nessun commento:

Posta un commento