lunedì 13 marzo 2017

Fior di speranza, di Arturo Graf


Fior di speranza
 
Magico fior, quale ignorato, incolto
Suolo ti nutre? io ti cercai sull’erto
Giogo dell’Alpi, io ti cercai nel folto
Delle brune foreste, e in sull’aperto
 
Lido ove rompe immenso il mar travolto,
E sullo scoglio d’alighe coperto,
E dove piu da’ turbini sconvolto
Stende le sabbie il livido deserto.
 
Tra rose e gigli ed umili viole
Io ti cercai, ma indarno; onde presumo
Che te non vegga il chiaro occhio del sole.
 
E pur del tuo vivifico profumo
M’ansia un desio pien di leggiadre fole
In cui la vita ed il pensier consumo.
 
Arturo Graf
 
 
il fiore della speranza è arrivato,
con le viole di marzo,
costeggia le ripe ed i prati
voglio pensare sia la primula
una macchia di giallo, di primavera...

Nessun commento:

Posta un commento