giovedì 30 marzo 2017

Poscritto, di Seamus Heaney

Poscritto

E qualche volta trovate il tempo di andare in auto
     ad ovest
in County Clare, lungo la Flaggy Shore,
a settembre o ottobre, quando il vento
e la luce si azzuffano così che da un parte
l’oceano è pazzo di schiuma
e bagliori, e all’interno fra le pietre
la superficie di un lago color ardesia è illuminata
dal lampo terrestre di uno stormo di cigni,
le piume scompigliate e soffiate, bianco su bianco,
le teste adulte dall’aria ostinata
sommerse o affioranti o indaffarate sottacqua.
Inutile pensare di posteggiare e cogliere la scena
più completamente. Non sei né qua né là,
una fretta per cui passano cose note e ignote 
mentre forti morbide folate prendono l’auto di sbieco
e sorprendono il cuore sovrappensiero e lo aprono
     d’un soffio.

                 
Seamus Heaney
Traduzione di Massimo Bacigalupo
 
 
p.s.,
per le dimenticanze o gli improvvisi ricordi,
una frease lì, buttata, imprevedibile;
negli occhi brillano luci solari e livide,
qualche volta però lo sguardo si spegne...

Nessun commento:

Posta un commento