venerdì 3 febbraio 2012

Nuda è la terra

Nuda è la terra, ulula
l'anima sull'orizzonte pallido
come lupa famelica. Che cerchi,
poeta, nel tramonto?
Amaro camminare, perchè pesa
nel cuore il cammino. Il vento gelido
e la notte che arriva, e l'amarezza
della distanza...Sul bianco cammino,
si stagliano neri alberi stecchiti,
lungo i monti solitari c'è oro e sangue...
Il sole è morto...Che cerchi,
poeta, nel tramonto?


Antonio Machado

Desnuda está la tierra

Desnuda está la tierra,
y el alma aúlla al horizonte pálido
como loba famélica. ¿Qué buscas,
poeta, en el ocaso?
¡Amargo caminar, porque el camino
pesa en el corazón! ¡El viento helado,
y la noche que llega, y la amargura
de la distancia!... En el camino blanco
algunos yertos árboles negrean;
en los montes lejanos
hay oro y sangre... El sol murió... ¿Qué buscas,
poeta, en el ocaso?

Antonio Machado


e la nuda terra abbraccia
la nostra fine ed il nostro inizio
in un veleggiare di cose nel vento
con un canto sottile ed eterno;
nel freddo i cristalli disegnano
solchi di passi affrettati,
il lampione rimanda impotente
una luce schermata dal ghiaccio...

Nessun commento:

Posta un commento