mercoledì 1 luglio 2015

Partenze (ad Ambrogio), di Anonimo


 
Partenze
(ad Ambrogio)
 
L'orologio segna ancora
per chi non vede l'ora;
occhi stremati, inerti
non più aperti.
Non ho parole,
né tu ne avesti mai molte
ci si vede più in là,
ci si ritrova
nel grigio,
Ambrogio.
 
Anonimo
del XX° Secolo
poesie ritrovate 
 

Nessun commento:

Posta un commento