martedì 4 ottobre 2011

Ottobre

Un tempo, era d'estate,
era a quel fuoco, a quegli ardori,
che si destava la mia fantasia.
Inclino adesso all'autunno
dal colore che inebria;
amo la stanca stagione
che ha già vendemmiato.
Niente più mi somiglia,
nulla più mi consola,
di quest'aria che odora
di mosto e di vino
di questo vecchio sole ottobrino
che splende nelle vigne saccheggiate.

V. Cardarelli


uve mature colorano le mie mani
in questo verde assurdo
che colora un Ottobre mai visto;
cerco e non trovo il giallo, il marrone;
mi stupisco e respiro la tiepida brezza...

3 commenti:

  1. anche qui ad Aosta è ancora tutto verde. Arriverà la neve soffocando l'autunno prima che infiammi i boschi. Che peccato!

    RispondiElimina
  2. credo tu riuscirai a vedere qualcosa di meraviglioso; devi scegliere il camino giusto.

    Gujil

    RispondiElimina
  3. Sono sulla strada per la mia Itaca....

    RispondiElimina