lunedì 16 aprile 2012

Il sonno

Maledetti voi, veleni oscuri,
bianco sonno!
Questo stranissimo giardino
d'alberi crepuscolari
popolato di serpi e di falene,
di ragni, pipistrelli.
L'ombra, straniero, che hai perduta
nel rosso del tramonto:
un truce corsaro
nel salso mar della tristezza.
Sul ciglio delle notte
s'alzano a volo uccelli bianchi
sopra crollanti città d'acciaio.

Georg Trakl


fenditure notturne allineano
le dense coltri di polvere
in unico grigio contesto,
fuori di me il mondo
che traffica giorni di pioggia
dove vado stamani è deciso
dove porto il mio cuore non sò... 

Nessun commento:

Posta un commento