martedì 31 maggio 2016

Gli amanti ciechi, di Leopoldo María Panero

Gli amanti ciechi
 
Erano ciechi gli amanti,
sono soli
                                    mais tombait la neige
faceva pena vederli quando da soli dicevano
di essere uniti, e piangevano,
e adoravano il nulla sull’altare dell’amore.
Quand tu seras bien vieille
                                     scoprirai che il tempo
è l’unica certezza, brucia i volti
e incenerisce l’anima
e che alla fine soltanto l’illusione del ricordo
ti dirà che non fosti, in quel bacio, da solo.

Leopoldo María Panero
Traduzione di Alesssandro De Francesco
La poesia della crudeltà
 
 
amanti e amore, passione,
grovigli di amplessi e gioie;
amanti, poi viene tristezza,
qualche volta diviene livore...

Nessun commento:

Posta un commento