domenica 26 giugno 2011

Quasi ubriaco

Quasi ubriaco l'amore, declinando
le vampe dei sensi, in me resiste
ed è esigente ; e le sue torbide brame
d'una in altra visione volgendo
di tormento in tormento, mi rende
stremato da questa vita di fantasmi,
simile all'acqua oleosa dei porti,
che risciacqua di chiglia in chiglia
un lamento di mare morto,
di vecchi barchi ancorati alla banchina.

Carlo Betocchi

Claude Monet, Le barche

così, in un niente di riflessione adagio
le mie pulsazioni ancestrali, quelle animali
e rivedrò lame di luce, come lampi;
nel continuo procedere il senso si stempera
in frasi di circostanza, parole usuali...
eppure, quando la mente si sgombra
risplende un puro attimo, profondo...

Nessun commento:

Posta un commento