martedì 21 giugno 2011

Riflessi

Parole - vetri
che infedelmente
rispecchiate il mio cielo -

di voi pensai
dopo il tramonto
in una oscura strada
quando sui ciotoli una vetrata cadde
ed i frantumi a lungo
e sparsero in terra lume -

Antonia Pozzi
16 dicembre 1934


nei riflessi le luci si scompongono,
come lame sottili a colpire la retina;
minuscoli frammenti di arcobaleno
mi abbagliano di raggi colorati,,,
così, a volte, la poesia mi illumina,
come faro notturno è un indice
puntato sicuro nel buio più cupo...
già...la luce...,
 quella che squarcia le tenebre,
quella che rischiara la via...
mi guardo intorno e mi accorgo
di altre luci, piccole stelle,
 libere o costrette in anguste prigioni,
come lucciole siamo nel mondo...

Nessun commento:

Posta un commento