venerdì 16 dicembre 2011

Anche tu sei collina...

Anche tu sei collina
e sentiero di sassi
e gioco nei canneti,
e conosci la vigna
che di notte tace.
Tu non dici parole.
C'è una terra che tace
e non e' terra tua.
C'è un silenzio che dura
sulle piante e sui colli.
Ci son acque e campagne.
Sei un chiuso silenzio
che non cede, sei labbra
e occhi bui. Sei la vigna.
E' una terra che attende
e non dice parola.
Sono passati giorni
sotto cieli ardenti.
Tu hai giocato alle nubi.
E' una terra cattiva
la tua fronte lo sa.
Anche questo è la vigna.
Ritroverai le nubi
e il canneto, e le voci
come un'ombra di luna.
Ritroverai parole
oltre la vita breve
e notturna dei giochi,
oltre l'infanzia accesa.
Sarà dolce tacere.
Sei la terra e la vigna.
Un acceso silenzio
brucerà la campagna
come i falò la sera.

Cesare Pavese
30-31 ottobre 1945

Rita Besagno, Canneto, olio su tela

di freddo e di stenti
in un lascito ambiguo di sentimenti
come una marea di emozioni
riporre strumenti e discorsi
presagisce al riposo;
così, domo di stanchezza,
in un inutile sfogo
raggruppo pensieri notturni...

Nessun commento:

Posta un commento