sabato 3 dicembre 2011

Solitudine
(tlingit)

Lontano e solo
canto dentro di me.
Piango sulla mia sorte,
e una nuvola,
mossa a pietà,
si mette a piangere con me.

canto indiano di dolore


ed io contavo i troppi forse
forse continuo a farlo
come un impeto incontrollabile
scorro le mie paure tra vetri
bagnati di umidi umori;
la notte ha trovato rifugio
nel fondo dell'anima...

2 commenti: