mercoledì 24 settembre 2014

Vergine altera,... di Antonio Machado

Vergine altera, o mia compagna, t'arde
un mistero negli occhi.
Non so se odio o amore è questa luce
eterna della tua nera faretra.
Con me verrai finchè proietti un'ombra
il corpo e resti ai miei sandali arena.
La sete o l'acqua sei sul mio cammino?
Dimmi, vergine altera, o mia compagna

Antonio Machado
 
 
e tu?
vita mia di fianco,
solo ogni tanto ti accorgi
che sono e continuo ad essere?

Nessun commento:

Posta un commento