lunedì 7 marzo 2011


nei labirinti del mio sentire
carico di presagi il senso
e riconquisto posizioni perdute...
eppure grido, ancora di voce che manca,
mi spettino pensieri scabrosi,
ricomincio ridicole prassi...
eppure vivo, anche quando pesanti palpebre
mi chiedono sonno e non oso dormire,
vivo, perpetrando indicibili infamie
relegate a ciò che di me costringo...
e alla fine mi ritrovo con me...

2 commenti:

  1. e alla fine mi ritrovo CON me...

    hai dato voce a una sensibilità straordinaria, e in maniera spaventosa, perchè così vicina alla mia..complimenti

    RispondiElimina
  2. Che dire, grazie,
    sono arrivato ed è importante

    RispondiElimina