mercoledì 9 marzo 2011

Paesaggio

Gli alberi del giardino
si stagliano nell'aria lieve della sera
come se fossero dipinti
sopra una seta fina;
il bell'uccello grigio che si dondola
sul ramo di un pesco fiorito
si guarda bene dal turbare il silenzio
foss'anche con un grido soltanto;
tutto è in sonno,
e la luna che si specchianell'acqua del lago
è come esile barca
in mezzo a un prato illuminato di oro.

Tristan Klingsor
Schéhérazade, 1903


nubi limacciose offuscano il mio orizzonte
in continui cambi di luce
a disorientare il mio pensare...
fuori e dentro le vie, i percorsi, le lacrime inutili
e i sospiri, i tanti respiri e la fame di fiato...
le dinamiche procedono verso risapute mete,
sempre presenti ma volutamente relegate
in angoli sparuti, angusti...
vorrei un raggio di sole!

Nessun commento:

Posta un commento