domenica 3 aprile 2011

Spleen

Domenica: questa processione soddisfatta
Di sicure facce domenicali;
Cuffie, cappelli di seta, consapevoli grazie
In una ripetizione che spiazza
Il tuo autocontrollo mentale
Con questa digressione ingiustificata.

La sera, le luci e il tè!
Bambini e gatti per strada;
Depressione incapace di affrontare
Questa cospirazione tetra.

E la vita, un poco calva e grigia,
Languida, schizzinosa e distaccta,
Aspetta, cappello e guanti in mano
Ricercata nell'abito e nella cravatta
(Un poco impaziente per l'indugio)
All'ingresso dell'assoluto.


Spleen

Sunday: this satisfied procession
Of definite Sunday faces;
Bonnets, silk hats, and conscious graces
In repetition that displaces
Your mental self-possession
By this unwarranted digression.

Evening, lights, and tea!
Children and cats in the alley;
Dejection unable to rally
Against this dull conspiracy.

And Life, a little bald and gray,
Languid, fastidious, and bland,
Waits, hat and gloves in hand,
Punctilious of tie and suit
(Somewhat impatient of delay)
On the doorstep of the Absolute.

January 1910
Thomas Stern Eliot


un vago chiarore ad est
annuncia l'arrivo del giorno
in un'alba attesa serena...
io, qui, aspetto,
dopo una notte agitata,
dopo il riposo passato;
non fu mai facile attendere
e qualche volta vano
ma in me nasce un silenzio
fatto di insidiosi pensieri...
mentre scrivo ecco l'alba, potente
a squarciare l'ultimo sonno
da palpebre ancora confuse...

Nessun commento:

Posta un commento