venerdì 1 aprile 2011

un giovanile uzzolo
mi assale spesso la sera,
nel momento della riflessione,
delle confessioni intime;
quando questo viene (spesso ultimamente)
dondolo vagando nelle mie ombre...
e ritrovo cose...e case,
rivedo fiumi e ruscelli...
la mia musica, quella che ascolto,
è sempre con me...


Caro luogo

Vagammo tutto il pomeriggio in cerca
d'un luogo a fare di due vite una.

Rumorosa la vita, adulta, ostile,
minacciava la nostra giovinezza.

Ma qui giunti ove ancor cantano i grilli,
quanto silenzio sotto questa luna.

Umberto Saba

Nessun commento:

Posta un commento