venerdì 6 maggio 2011

Dolcezze

Questo m'abbaglia un attimo e scompare,
disperso in lieve polverio di fuoco
che cade dietro i monti o dentro il mare.
Solo una meraviglia di bel gioco
e uno sprazzo di luce entro i miei occhi
ne resta, che si spegne a poco a poco.
Ma sembrami talora che mi tocchi
una mano leggiera e di dolcezza
viva l'anima chiusa mi trabocchi.
E se cerco chi mai quella carezza
tentò nell'ombra con la man furtiva,
sorprendo la mia folle giovinezza
che sorridendo, muta, mi seguiva.

Amalia Guglielminetti



un gesto, una parola,
la gola piena di frasi che non escono...
curiosiamo dentro di noi
e i visi si confondono e sovrappongono;
nel fantastico turbinio della mente
frammenti, dettagli, si fondono
a creare illusorie parafrasi
dove brilla un momentaneo sole
o è il bagliore di un lampo improvviso?

2 commenti:

  1. un lampo è caduco, e la sorpresa è proprio in quella fugacità. Il sole riempie il cielo. Lo vediamo ogni qual volta leviamo il capo verso l'alto o lo seguiamo nel suo andirivieni dal mare. Il lampo Gujil, penso sia il lampo...

    RispondiElimina
  2. eppure, quando perdura, sembra un piccolo sole.

    Gujil

    RispondiElimina