domenica 1 maggio 2011

Bagliore Residuo

è già passato un  anno, lunghissimo e non facile,
comunque questo piccolo spazio di vive riflessioni,
continua a proporsi con la sua voce alla rete...
a quel groviglio di anime che si agitano nell'etere,
alle più disparate, a quelle disperate, così
senza nessuna pretesa, senza ambizioni
se non quella di trovare qualcuno che legga
e riesca a fare sue le mie cose, il mio peregrinare...
"viaggio per fuggire altro viaggio"
scriveva tempo fa un poeta,
uno di quelli a me caro e che qui spesso ricorre,
uno a cui vorrei somigliare in minima parte,
il mio viaggio non ha le stesse mete ma è uguale
e ci ritroviamo insieme nel senso delle cose:

"così,  per un attimo solo decisi,
là, lungo il crinale del tempo,
qualcosa che poi più non smisi;
si stampò in cielo un lampo
creando bagliore e un disegno
che fatico dover ricordare
ma fu di grande sostegno
in cose di sempre, nel continuare..."

eppure non manca il coraggio, la forza,
è solo incistato nella solita routine...
quella che schiaccia, imprigiona, attanaglia
e non siamo che piccole luci di fioche candele
minacciate dal vento e dal brontolio del tuono...
ma poi ci sono gli squarci, quelli grandi
e si torna, prepotenti, alla vita...

Gujil

2 commenti:

  1. il viaggio siamo noi. E la meta la tracciamo andando...si dischiude davanti al tramestio dei nostri passi e alla direzione dello sguardo.
    p.s. scusa le mie apparizioni epifaniche, ma cerco di portare a termine un lavoro

    RispondiElimina
  2. è vero, siamo il viaggio, la storia, le cose e molto di più.
    Sei sempre un messaggio importante.

    RispondiElimina