domenica 11 marzo 2012

Fiorita di marzo

La fioritura vostra è troppo breve,
o rosei peschi, o gracili albicocchi
nudi sotto i bei petali di neve.
Troppo rapido il passo con cui tocchi
il suolo, e al tuo passar l'erba germoglia,
o Primavera, o gioia de' miei occhi.
Mentre io contemplo, ferma sulla soglia
dell'orto, il pio miracolo dei fiori
sbocciati sulle rame senza foglia,
essi, ne' loro tenui colori,
tremano già del vento alla carezza,
volan per l'aria densa di languori;
e se ne va così la tua bellezza,
come una nube, e come un sogno muori,
o fiorita di Marzo, o Giovinezza...

Ada Negri


la sabbia nel cuore conta
dei battiti il rapido suono
mentre l'aria si carica di nuovo
e profuma di vento,
di tiepido sole;
scruto in alto, nel cielo celeste
alla ricerca di attesi ritorni,
fuori di me, la terra,
si punteggia dei primi colori...

Nessun commento:

Posta un commento