sabato 17 marzo 2012

NEL FOGLIAME ROSSO DI CHITARRE PIENO...

Nel fogliame rosso di chitarre pieno
sventola delle fanciulle la gialla chioma
allo steccato dove girasoli stanno.
Tra nuvole passa un carro dorato.

Nella pace di ombre brune tacciono
i vecchi che si abbracciano tonti.
Gli orfani dolcemente il vespro cantano.
Nei vapori gialli ronzano le mosche.

Al ruscello ancora fanno il bucato le donne.
Gli appesi panni ondeggiano.
La piccina che mi piacque a lungo,
di nuovo ritorna nel grigio della sera.

Dal cielo tiepido precipitano
rondini in verdi buchi di putrescenza pieni.
All'affamato illude guarigione
un profumo di pane e di aspre spezie.

Georg Trakl


Alexis Auguste Delahogue, Carovana nel deserto

lontane isole del nulla
sfidano le nebbie della mente
in un diminuito bisogno di senso
come ancestrale richiamo;
flebili suoni ovattano
le grida in lontananza;
dov'è la mia vita?
cos'è questo umore?
dolente note rintoccano
le vie della sete,
le strade di Damasco
e le città morte della Siria...

Nessun commento:

Posta un commento