martedì 12 luglio 2011


STELLE VESPERTINE

O eternamente avverse
e a me sempre dilette
stelle vespertine,
vivide luci su opposti poli!
Vi guardo dall’alto della vigna
nel quieto firmamento
splendere sopra le case del mio borgo
stelle nemiche, stelle
in opposizione.
Mi calma il vostro scintillio, stelle
della promessa e dell’addio.

Leonardo Sinisgalli


un grido nella notte squarcia silenzi
ritenuti ormai parte integrante di me
vorrei urlare più forte la rabbia
e piangere più spesso la gioia
eppure esiste nel fondo del pozzo
un puro riflesso di pallida luna...
non tocco per non dare fastidio;
come un bimbo provo a contare le stelle
a danzare nel vespero blu cobalto
ma confondo e ricomincio ogni volta...

Nessun commento:

Posta un commento