mercoledì 23 novembre 2011

in un attimo solo si sfalda
sfilacciandosi, un senso comune
intorno annaspa la vita
di un quotidiano stridore
così, dentro noi, si rinsalda
un languido sentimento, barlume
di luce che spesso è sbiadita
e s'incarna in un denso dolore;
questo vago sentore
si stempera e gracchia
si allarga come una macchia
che mi avvolge in un cupo grigiore...

Anonimo del XX° secolo
poesie ritrovate

Nessun commento:

Posta un commento