sabato 6 agosto 2011


stupendi ricami di sabbia dorata
scopre una debole, scarsa risacca
tutto traspare nel celeste del mare;
quando il confine si staglia io vivo,
nel cuore segreto del mondo,
nell'acqua benedetta del cielo,
come una canna strappata dal vento
ondeggio alla brezza, tra i flutti...
soffrire tanto perchè troppo si è amato...
un destino di molti, la certezza di pochi...

anonimo del XX° secolo
frammenti ritrovati

Nessun commento:

Posta un commento